NEWS MARZO 2017

Storica sentenza su Foggia, che sicuramente non resterà isolata. Il Tribunale del Lavoro di Foggia, ha infatti accolto il ricorso presentato da una docente per il riconoscimento degli scatti di anzianità e delle differenze retributive non percepite durante gli anni di precariato. Il Miur, pertanto, è stato condannato a pagare alla ricorrente tutte le differenze tra le retribuzioni che le sarebbero spettate se fossero maturati gli scatti di anzianità e quanto, invece, effettivamente percepito, a far data dal 2010.
La vittoria è stata ancor più schiacciante perchè porta con sè il riconoscimento di un diritto che per anni è stato negato al personale docente ed ATA, stante la illogicità del differente trattamento economico e giuridico tra i contratti a tempo determinato e i contratti a tempo indeterminato.
Ma la battaglia dello studio legale De Rogatis non si ferma qua.
Altri ricorsi sono stati depositati ed altri ancora lo saranno nei prossimi giorni, non solo a Foggia ma in tutt’Italia. Fin quando non ci sarà un intervento normativo, il personale della scuola continuerà ad agire giudizialmente per vedere riconoscere i propri diritti e lo studio legale De Rogatis sarà al suo fianco……

Pin It on Pinterest